A Isernia il 2 Marzo l’ottavo evento dei convegni paralleli promossi dell’Associazione Italiana Celiachia in tutta Italia
 
Categorie:: [AIC]  

A Isernia il 2 Marzo l’ottavo evento dei convegni paralleli promossi dell’Associazione Italiana Celiachia in tutta Italia


Celiachia: solo con la diagnosi si fa prevenzione.
A Isernia il 2 Marzo l’ottavo evento dei convegni paralleli promossi dell’Associazione Italiana Celiachia in tutta Italia

 
In Molise mancano all’appello 2137 celiaci. Tanti sono i pazienti nella regione in attesa di ricevere una diagnosi di celiachia, una malattia ancora difficile da individuare, che, come un camaleonte, si nasconde spesso per molti anni. Nel 2019 l’Associazione Italiana Celiachia porta in tutta Italia i convegni paralleli per aggiornare la classe medica sul tema della diagnosi.
Appuntamento presso Gea Medica Isernia, Sabato 2 Marzo. Scarica il programma qui.

Le diagnosi di celiachia aumentano, in Molise come nel resto d’Italia, ma il divario tra celiaci diagnosticati e celiaci attesi è ancora troppo ampio. Basti pensare che le diagnosi attuali su piano nazionale sono solo poco più del 30% di quelle attese. La celiachia infatti, malattia cronica sistemica, multifattoriale e con componente genetica, colpisce l’1% della popolazione, quindi in Italia oltre 600.000 persone. “Anche in Molise i dati confermano ampiamente il fenomeno delle diagnosi nascoste: solo 943 pazienti sanno di essere celiaci a fronte di un totale di 3080 attesi. Significa che 2137 persone, nella nostra Regione, sono celiache senza esserne ancora a conoscenza, con gravi conseguenze per la loro salute”, commenta Sara Mucciarone, Presidente dell’Associazione Italiana Celiachia Molise che Sabato ospiterà ad Isernia l’ottavo dei convegni paralleli rivolti alla classe medica (MMG, PLS e specialisti) accreditati ECM, promossi da AIC e incentrati sul tema della diagnosi.
Il fenomeno dei pazienti non facilmente individuati, anche a causa di sintomi non classici, ha suggerito ai medici la definizione di “camaleonte clinico”, una malattia che, se non diagnosticata,  rappresenta un rischio per la salute dei pazienti e un problema di politica sanitaria significativo: il celiaco inconsapevole che assume glutine si espone a complicanze anche gravi, spesso irreversibili che ne compromettono la salute e gravano sull’intera collettività per i costi sanitari e sociali conseguenti. La diagnosi precoce di celiachia è una forma indispensabile di prevenzione.
Fondamentale, a questo proposito, la formazione della classe medica e la diffusione del Protocollo Diagnosi del Ministero della Salute, pubblicato in GU n. 191 il 19/08/2015, ma ancora poco applicato dalla rete medico scientifica. “Il legislatore affida – L.123/05 – alle regioni e alle province autonome il compito di definire un programma articolato che permetta di assicurare la formazione e l’aggiornamento professionali della classe medica sulla conoscenza della malattia celiaca, al fine di facilitare l’individuazione dei celiaci, siano essi sintomatici o appartenenti a categorie a rischio. Anche AIC, che nel 2019 compie Quaranta anni, vuole fare la sua parte: tra il mese di Gennaio e il mese di Giugno porteremo in tutta Italia il convegno “Protocollo di diagnosi e follow up” con l’obbiettivo di raggiungere un elevato numero di medici e diffondere informazioni scientifiche aggiornate e autorevoli sulla diagnosi e sul follow up della malattia celiachia”, dichiara Giuseppe Di Fabio, Presidente dell’Associazione Italiana Celiachia.
“È per noi motivo di orgoglio e soddisfazione ospitare in Molise uno degli eventi del calendario dei convegni paralleli 2019 e le altre iniziative del fitto programma che celebra il 40esimo compleanno di AIC” afferma ancora Sara Mucciarone “una grande opportunità per promuovere la prevenzione attraverso la diagnosi precoce, migliorare e garantire lo stato di salute dei pazienti di oggi e di domani, senza dimenticare le positive ricadute sulla spesa sanitaria.”
Per scaricare il programma della giornata, consultare il calendario dei prossimi appuntamenti e ogni ulteriore informazione è a disposizione il sito web http://convegnoscientificoaic.celiachia.it/

 
AiC Mobile, la tua compagna di viaggio!
Tags: [Aic] [AiC Molise Onlus] [alimentazione,] [Android] [App] [gluten free] [iOS] [viaggi]  
Categorie:: [AIC]  

AiC Mobile, la tua compagna di viaggio!


Stai partendo o programmando una vacanza oppure viaggi per lavoro? Ti sei affidato alla Guida AFC per la scelta dell’albergo o dei ristoranti dove mangiare senza glutine in tranquillità?
La Guida cartacea edizione 2018 è arrivata direttamente a casa tua ormai da qualche mese ma qualora tu non l’abbia ricevuta potrai passare a ritirarla nella nostra sede in Via Monsignor Bologna, 15 a Campobasso, oppure contattarci per maggiori dettagli.
Da qualche anno la consultazione della guida è ancora più immediata grazie all’App per smartphone: AIC Mobile disponibile per sistemi Android e iOS, con una lista on-line costantemente aggiornata dei locali del network.
L’applicazione è gratuita e si può trovare facilmente in qualsiasi app-store, inoltre potete scoprire tutte le istruzioni per scaricarla sul nostro sito AIC ed accedere ai diversi servizi offerti: oltre all’elenco dei locali è anche riportata la lista dei prodotti in prontuario e la nuova funzione “Dove Acquistare” con gli elenchi dei punti vendita “gluten free”.
Se utilizzate l’opzione “Nelle Vicinanze” sarà ancora più facile individuare un locale del network grazie all’ausilio della geolocalizzazione in tempo reale. Potrai visualizzare la scheda completa della attività e conoscere orari di apertura, costo medio pasto, tipo di cucina, numero di coperti, materie prime utilizzate e valutare la vostra esperienza nelle strutture attribuendo un punteggio di gradimento per alcuni parametri prestabiliti.
Lo sviluppo dell’App, gratuita per tutti, è solo uno dei tanti progetti che l’Associazione promuove. Un servizio utile ed immediato, ottenuto grazie ai soci che sostengono AiC attraverso il tesseramento ed il conferimento del “ 5 per 1000”.
Mi auguro che questi suggerimenti possano rendere più bella ogni tua futura destinazione semplificando la scelta di hotel e ristoranti, buon viaggio con AiC!
Alessandro e l’Erasmus “sem glùten”
Tags: [celiachia] [Erasmus] [portogallo] [viaggi]  
Categorie:: [AIC]  

Alessandro e l’Erasmus “sem glùten”


Il nostro giovane amico Alessandro Cuomo ha vissuto un’esperienza scolastica in Portogallo aderendo al progetto Erasmus dedicato alle scuole secondarie.
Un’occasione interessante e formativa che gli ha permesso di confrontare i servizi e le offerte del mondo gluten free lusitano con quello italiano.

 “Sono stato in Portogallo – racconta Alessandro - ospite di una famiglia molto gentile e attenta alle mie esigenze alimentari che mi ha accolto e si è prodigata per rendere il mio soggiorno piacevole e privo di inconvenienti. Ho potuto gustare quotidianamente pietanze senza glutine preparate dalla padrona di casa, così premurosa e attenta alle mie esigenze alimentari da portarmi il pranzo anche a scuola”
“Purtroppo
– aggiunge - la mensa scolastica non era attrezzata alla preparazione delle portate adatte ai celiaci”

Ma l’occhio allenato di chi deve stare attento alla propria alimentazione si nota anche dalla curiosità tra gli scaffali ed il giovane associato di AiC Molise ce lo conferma in questa sua osservazione:
 “Ho notato che in Portogallo sono presenti marche produttrici di cibo per celiaci presenti anche in Italia. Prodotti senza glutine si possono acquistare nelle farmacie o nei negozi specializzati. Per quanto riguarda, invece, ristoranti o negozi dolciari posso dire per esperienza personale che risulta spesso difficile trovarne di attrezzati e adeguatamente riforniti.

 Un po’ di comprensibile delusione emerge invece per l’offerta in luoghi fondamentali per un viaggiatore, ad esempio in aeroporto:
“I ristoranti nell’aeroporto di Porto, noto come “Aeroporto Francisco Sá Carneiro”, erano quasi privi di cibo sem glùten”, la traduzione in portoghese della denominazione senza glutine.
“Nel principale ristorante gli unici cibi per celiaci erano delle tortine, presenti, tra l’altro, in scarsa quantità. Ciò sembra impensabile dato che l’aeroporto si è classificato come il migliore d’Europa, nel 2007, il secondo migliore, nel 2006, nel 2008 e nel 2009, e nel 2010 come il sesto migliore del mondo fino a 5 milioni di passeggeri.”

 
Immaginiamo che per Alessandro sia stata una fantastica esperienza formativa. Tra l’altro, ci ha confermato come vi siano diverse nazioni ancora poco attente alle problematiche legate alla celiachia.
Cogliamo l’occasione per fare i complimenti al nostro giovane reporter di viaggio per lo spirito intraprendente; ci auguriamo che i suoi consigli possano essere utili anche ai lettori del blog alla ricerca di informazioni per un viaggio in terra lusitana.
Vi ricordiamo inoltre che il sito AiC ha una sezione dedicata alle Associazioni per la celiachia nel mondo.
Buon viaggio a tutti!
Assemblea regionale AiC Molise Onlus, appuntamento al MuseC
 
Categorie:: [AIC]  

Assemblea regionale AiC Molise Onlus, appuntamento al MuseC


AiC Molise Onlus, la delegazione molisana della Associazione italiana Celiachia, terrà la consueta assemblea ordinaria annuale sabato 26 maggio. Anche in questa occasione AiC Molise Onlus ha scelto un luogo rappresentativo della nostra regione in grado di rendere l’incontro istituzionale un momento ludico e culturale.
Gli associati e le loro famiglie si ritroveranno infatti alle ore 16.00 al MuseC, il Museo dei Costumi del Molise ospitato nel palazzo della provincia di Isernia in via Berta. Qui i più piccoli potranno prendere parte a laboratori didattici per la realizzazione di gioielli in pasta senza glutine e visitare la splendida collezione di costumi accompagnati dalle dottoresse Anna Palermo ed Emilia Vitullo. Un’occasione suggestiva anche per gli adulti per una visita ad uno dei musei più particolari ed interessanti della regione.

Tra gli argomenti che verranno affrontati in assemblea regionale, oltre alla consueta approvazione del bilancio, si affronterà il tema spinoso del nuovo documento approvato in conferenza Stato Regioni relativo al taglio dei buoni mensili per l’acquisto dei prodotti senza glutine e le nuove modifiche RNA, il Registro Nazionale degli Alimenti.
Altro importante argomento sarà la Riforma del Terzo Settore e le necessarie modifiche statutaria da attuare anche in AiC Molise Onlus.
Appuntamento quindi ad Isernia alle ore 16.00 presso i locali del MuseC, Museo dei Costumi del Molise, Palazzo della Provincia di via Berta.
 
“Ti diamo ascolto”,  lo sportello di ascolto e dialogo di AiC
Tags: [AiC Molise Onlus]  
Categorie:: [AIC]  

“Ti diamo ascolto”, lo sportello di ascolto e dialogo di AiC


Tra i tanti progetti della Associazione AiC Molise Onlus c’è anche "Ti diamo ascolto", lo sportello di ascolto e dialogo psicologico.
Attivato dal 2016, offre ai celiaci della regione Molise assistenza psicologica nelle varie fasi del post-diagnosi, dall'accettazione della nuova condizione alla gestione delle varie difficoltà legate al nuovo stile alimentare e di vita sociale.
All'interno dello sportello sono offerti al celiaco e alla sua famiglia ascolto, sostegno e soluzioni pratiche agli ostacoli che si incontrano nella vita quotidiana nonché tecniche per contrastare ansia e superare vissuti di non accettazione della condizione celiaca.
Il progetto è coordinato dalla Dott.ssa Anna Gialloreto e si svolge nella sede AIC Molise di Campobasso in via Monsignor Secondo Bologna, 15 (presso Incontra - Incubatore delle Imprese Sociali "Molise verso il 2000 S.C.R.L.") su prenotazione telefonica. Numero: 3296918474

La Dott.ssa Anna Gialloreto, celiaca da quasi vent'anni, psicologa e psicoterapeuta ad orientamento psicoanalitico, impegnata per molti anni nell'ambito dei disturbi del comportamento alimentare, ha messo a disposizione, inizialmente come volontaria e poi come professionista, la sua esperienza personale e professionale all'Associazione Italiana Celiachia Molise.
L’accettazione della celiachia ed un valido supporto di tipo psicologico è fondamentale per la serena convivenza con la diagnosi. Prenota un appuntamento presso la nostra sede e scopri i vantaggi di essere associato AiC!
 
I progetti di AiC Molise Onlus: ne parliamo con la professionista Fabiola Ciciola
Tags: [Alimentazione Fuori Casa] [Dieta Senza Glutine] [In Fuga dal Glutine]  
Categorie:: [AIC]  

I progetti di AiC Molise Onlus: ne parliamo con la professionista Fabiola Ciciola


Salve a tutti,
Sono Fabiola Ciciola e da 5 anni ricopro l’incarico di professionista dell’Associazione Italiana Celiachia Molise.
Sono una tecnologa alimentare ed Il mio compito nell’associazione è quello di curare il progetto Alimentazione Fuori Casa (AFC): per chi non lo conoscesse, il progetto ha lo scopo di creare una rete di locali informati sulla celiachia e sull’alimentazione senza glutine, permettendo così di servire pasti sicuri ai clienti celiaci.
Con l’aiuto di cuochi specializzati nella preparazione di portate senza glutine svolgiamo corsi tecnico-pratici ai quali seguono i sopralluoghi delle strutture e le verifiche delle stesse. Inoltre mi occupo di formare e coordinare i tutor che seguiranno le strutture effettuando rilievi periodici.
Un altro progetto molto interessante del quale vorrei parlarvi è In Fuga dal Glutine: si tratta di un bellissimo progetto rivolto ai docenti ed i bambini della scuola dell’infanzia e primaria che mira a far conoscere e comprendere le diversità alimentari, tra cui anche la Celiachia, attraverso il gioco.
Infine, ma non ultimo come importanza, sono d’aiuto per i nostri iscritti  nell’aderenza alla compliance della dieta senza glutine con uno sportello sull’alimentazione, chiunque abbia dubbi e incertezze può prenotare un appuntamento al numero 329 7031144 e può avere una consulenza sulla sua dieta senza glutine.
Negli articoli che seguiranno questa breve presentazione parleremo in maniera più approfondita dei progetti citati e dei tanti argomenti legati alla celiachia, seguite il sito web della Associazione e rimanete in contatto tramite i canali social per conoscere le novità e gli eventi legati ai tanti progetti AiC Molise Onlus.
A presto,
Fabiola Ciciola